La Chiesa Beata Vergine Maria Immacolata di Oristano, o dei cappuccini, è una delle tante antiche chiese poste fuori le antiche mura di Oristano.

La chiesa e il convento furono eretti, secondo le carte provinciali, nel 1608 su precisa ordinanza del nobile oristanese Domenico Paderi, mentre un suo omonimo e parente fu il benefattore che ampliò i locali. Con la soppressione del 1866, essi furono riscattati all’asta pubblica il 2 luglio 1874 dal p. Luigi Maria da Ghilarza.

Nella Chiesa Beata Vergine Maria Immacolata di Oristano, è conservato un bellissimo calice d’argento del 1609 e la riproduzione di un dipinto eseguito nel 1626 dal laico cappuccino fra’ Vitale da Algesiras (Spagna). La riproduzione fu fatta nel 1653 a cura dell’oristanese don Gaspare Pira, uno dei vincitori alla battaglia del Tirso il 26 febbraio 1637.

    

La mappa per raggiungere la Chiesa Beata Vergine Maria Immacolata di Oristano:
  

Sharing is caring!